Quanti tipi di yoga esistono e che benefici ti danno?

Guida alla scelta: ecco come orientarsi tra i tanti tipi di yoga che esistono

Lo yoga è una disciplina antica che arriva da lontano, e che oggi è sempre più popolare. Chi già lo pratica sa bene che esistono diversi tipi di yoga, e che le varie tipologie vantano differenze evidenti perché mirano a raggiungere risultati diversi: ridurre lo stress, tonificare, dimagrire. Lo yoga si basa infatti su concetti ancestrali: il suo scopo è aiutare il corpo a rilassarsi e a liberare energia al tempo stesso. Praticare yoga inoltre aiuta a contrastare gli effetti negativi di disturbi moderni come difficoltà a dormire, dolori articolari, stress.

Come scegliere tra i vari tipi di yoga

Per scegliere lo yoga che fa al caso tuo puoi tenere in considerazione alcuni fattori:

  • I tuoi obiettivi. Cosa vorresti ottenere dalla pratica dello yoga? Puoi rilassarti, meditare, migliorare la flessibilità del tuo corpo, tonificare o dimagrire.
  • Il livello di dinamismo. Alcuni tipi di yoga sono più dinamici di altri devi quindi individuare quello che possa fare al caso tuo.
  • La condizione fisica da cui parti. Se sei avanti con gli anni puoi optare per uno stile di yoga poco dinamico e fare la scelta opposta se sei allenato e in forze.

Tipi di yoga e differenze

Alla domanda quanti tipi di yoga esistono possiamo rispondere: “veramente tanti”! Elenchiamo quelli più diffusi e le loro caratteristiche principali.

  • Hatha yoga. È uno degli stili di yoga più popolari, ideale per avvicinarsi a questa disciplina; permette di apprendere le posture base utili a poter scegliere in seguito uno stile più dinamico. Le sequenze sono dolci, hanno un ritmo lento e sono alla portata di tutti. Tra i benefici troviamo aumento della concentrazione, più vitalità e allungamento del respiro. È ottimo anche contro lo stress.
  • Ashtanga yoga. È uno stile di yoga più dinamico, le sequenze dei movimenti sono più rapide e le posture più impegnative. È perfetto per le persone dinamiche, aiuta a sviluppare forza ed energia. Aumenta la resistenza e la flessibilità corporea, rafforza le articolazioni.
  • Vinsana yoga. È una variante dell’Ashtanga, le posture sono diverse ad ogni lezione. Si basa sull’allineamento del corpo, aiuta a migliorare la postura e a raggiungere il benessere interiore.
  • Bikram yoga. La particolarità di questo stile di yoga è che viene praticato in una stanza dove la temperatura è a 40°C. La sessione prevede l’esecuzione di 26 posture e la serie è sempre la stessa. Aiuta a sudare molto, si eliminano quindi le tossine. Il calore della stanza aiuta poi a ridurre il rischio di lesioni a livello muscolare e consente ai muscoli un maggiore allungamento.
  • Yin yoga. Lavora sull’allungamento profondo e ha come scopo il rilassamento sia fisico che mentale. Le posizioni vengono mantenute a lungo, ma lo sforzo richiesto è minimo.
  • Anusara yoga. Si concentra sulla parte superiore del corpo quindi su petto, schiena e spalle, per favorire l’apertura del cuore.
  • Power yoga. L’intento è di generare calore ed energia attraverso una pratica rapida e intensa. Aiuta a sviluppare forza e resistenza ed è quindi consigliato per gli sportivi che praticano anche altre discipline.

L’elenco non si esaurisce certo qui, esistono infatti anche altri tipi di yoga che vantano diversi benefici per il corpo e per la mente (esiste persino lo yoga prenatale specifico per le donne in gravidanza!).

Il bello di questa disciplina è che puoi praticarla sia in palestra che a casa. Se sei socio di un club Anytime Fitness puoi fare yoga in palestra con il tuo personal trainer o anche a casa grazie all’app di Anytime Fitness e al remote coaching.

Ti potrebbero Interessare