In cosa investire oggi? Breve guida per i Millennials

In cosa ti conviene investire oggi se fai parte della generazione Y?

Il 50% della popolazione mondiale ha oggi meno di 30 anni e il temine Millennials, o Generazione Y, è stato coniato per definire le persone di età compresa tra i 19 ed i 35 anni. Si tratta di una generazione che ha valori e caratteristiche particolari: questa fascia di individui, infatti, cresciuta in un periodo di incertezza economica, viene di frequente identificata come l’insieme delle persone che si giostra tra lavori differenti, non riuscendo mai a trovarne uno realmente significativo, un po’ per mancanza di reali opportunità, un po’ per mancanza di impegno.

I Millennials sono sempre connessi, strettamente legati al mondo tecnologico e, se fino ad oggi il mondo della finanza ha considerato scarse le loro capacità di investimento, ora le cose stanno cambiando. I Millennials sono gli investitori del futuro ed opereranno in base a valori ben precisi che già adesso possiamo analizzare.

In cosa preferiscono investire i Millenials

I Millennials sono nati e cresciuti in un periodo determinato dall’incertezza economica e per questo risultano essere molto più prudenti dei loro genitori, soprattutto perché il loro reddito è potenzialmente inferiore a quello della generazione precedente.

Se riflettono su come e dove indirizzare le loro risorse economiche e le loro energie, prediligono settori che gli permettano di progettare piani finanziari che non superino i cinque anni, anche perché si trovano in una fase della vita in cui potrebbero avere necessità di denaro da un momento all’altro. Molti hanno già iniziato a risparmiare per la pensione, considerando, soprattutto, quella integrativa vista la poca fiducia nel sistema pensionistico pubblico.

investire oggi

L’ultima indagine di Natixis Investment Managers illustra il rapporto tra Millennials e il mondo degli investimenti. Lo studio ha coinvolto 2400 persone con salario annuo compreso tre 50mila e 150mla dollari e quello che è emerso è evidente che l’industria del risparmio gestito deve mutare la sua offerta per venire incontro a questa generazione.

I Millennials hanno obiettivi chiari, il 60% degli intervistati ha già aderito a piani finanziari, ma il 64% di questi, come abbiamo già accennato, ha scelto investimenti inferiori a cinque anni. Per quanto riguarda la tipologia di investimenti passivi, il 68% li ha scelti perché ritiene possano assicurare maggiori ritorni, il 60% perché li considera più economici, il 65% perché li considera mano rischiosi. Da questi dati emerge però ancora poca chiarezza visto che gli investimenti passivi possono dare elevati ritorni quando i mercati vanno bene, ma possono portare a gravi perdite quando i mercati vanno male.

Consigli per i millenials che vogliono investire in un business di successo

Vediamo nello specifico com’è la situazione italiana: secondo uno studio del Centro Einaudi e di Intesa Sanpaolo più della metà dei giovani intervistati sotto i 25 anni era economicamente indipendente nel 2014, ma questa percentuale è scesa a meno di un quarto nel 2015. Se consideriamo invece la fascia di età tra i 25 e i 34 anni nel 2104, il 78% si dichiarava indipendente, contro il 5% che non lo era, ma già nel 2015 quest’ultimo dato è stato triplicato a discapito della fascia di indipendenti che quindi è stata ridotta.

Da questa situazione emerge quindi che i Millennials sono dipendenti dal sostegno economico dei loro genitori, il fatto di essere più poveri rispetto a loro li rende anche più cauti nelle scelte di investimento: molti preferiscono puntare su quelli che considerano investimenti sicuri, ma molti altri preferiscono la formula del fai da te, anche se questo significa correre dei rischi. Meglio investire somme contenute e puntare su soluzioni personalizzate e flessibili.

Per coloro che cercano di costruirsi una posizione lavorativa in autonomia è quindi ideale la formula del franchising che con un basso investimento consente di massimizzare i guadagni riducendo il fattore rischio di impresa grazie al supporto della casa madre.

Gli analisti economici affermano che nei prossimi anni i mercati occidentali potranno beneficiare di una crescita determinata dalle abitudini dei consumatori, che spenderanno sempre di più in settori come salute, bellezza e fitness. Aprire un franchising in uno dei questi settori potrebbe quindi rivelarsi una scelta vincente.

Ti potrebbero Interessare