Franchising convenienti: le caratteristiche vincenti per scegliere bene

franchising convenienti

Quali sono i franchising convenienti? Un’analisi dei dati

Il franchising nel nostro Paese è vivo ed è un settore affermato e in espansione, nonostante la crisi. I dati diffusi dall’ultimo rapporto di Assofranchising – Associazione Italiana del Franchising – sono anzi ottimistici: il 2017 può addirittura essere considerato l’anno dei record visto che è stato in assoluto il miglior anno per il franchising italiano. È facile notare l’esistenza e il proliferazione di attività in franchising: sono aumentate le insegne, sono cresciuti il giro d’affari e l’occupazione. Tante sono state le opportunità per i giovani, per le donne e per le persone in cerca di una nuova occupazione. Sono anche aumentati i marchi stranieri che hanno deciso di puntare sull’Italia per aprire nuove attività e di queste molte sono al sud.

Franchising, convenienti sempre di più

franchising convenienti italia

Il Rapporto Italia 2018 di Assofranchising fotografa una situazione positiva del mondo del franchising e fa ben sperare per il futuro: in tal senso i dati diffusi dal report sono molto utili per capire quali sono i franchising convenienti su cui investire. Lo studio ha preso in esame 929 franchisor, di questi le prime 100 aziende (35 aderiscono ad Assofranchising) valgono da sole il 60-70% di tutto il mercato considerando fattori come numero di punti vendita, giro d’affari e occupazione. In complesso il 2017 è stato quello che si può definire un anno d’oro per il franchising il cui giro d’affari ha registrato a livello complessivo 24,545 miliardi di euro, segnando quindi un incremento del 2,6% rispetto al precedente anno.

Le nuove aperture in franchising sono aumentate, il settore è in crescita e viene sempre più osservato con interesse da tante persone determinate ad aprire un’attività in proprio. L’auto-impiego è una soluzione scelta da molti giovani, ma è appetibile anche per chi intende trasformare un’attività già esistente, oppure per le donne in cerca di occupazione e per tutti coloro che hanno in mente di reinventarsi un lavoro.

In un periodo storico come quello che stiamo vivendo, che segue una lunga crisi economica e in cui stenta la ripresa, dominano i franchising perché tale formula consente di ridurre di molto il rischio di impresa ed il successo è anche dettato dal fatto che si possono aprire franchising convenienti che chiedono investimenti iniziali personalizzati e competitivi. Per chi non sa in cosa investire oggi, l’affiliazione è infatti una buona soluzione per acquisire in breve tempo il know-how necessario per avviare e gestire una nuova attività: si può attingere all’esperienza della casa madre conservando però un proprio margine di autonomia.

Franchising convenienti: spazio ai giovani e alle donne, opportunità per il sud Italia

È cresciuto e continua a crescere il numero degli imprenditori e addetti del settore. In tutta Italia i nuovi punti vendita in franchising nel 2017 hanno segnato un +1,9% rispetto al 2016. È cresciuta anche del 16,4% la presenza di insegne straniere in Italia. La dislocazione delle nuove attività premia la Lombardia con 256 nuove insegne, ma va bene anche la Campania con 89. Ciò significa che la formula del franchising in Italia non solo funziona, ma rappresenta anche un’ottima opportunità di lavoro in territori come il sud Italia dove tradizionalmente l’occupazione è al di sotto della media nazionale. Interessante è anche il dato del rapporto che evidenzia l’età degli imprenditori: il 90% di loro ha tra i 24 e i 45 anni, uno su 4 è sotto i 35 anni. Ci sono poi le donne a trainare il settore: il 36% delle attività è a conduzione femminile e registra fatturati stabili.

Franchising convenienti: dipende dalla categoria merceologica

franchising convenienti anytimefitness

Quello del food è il settore che conferma un trend di crescita costante: si sono affacciati sul mercato nuovi format che puntano sul rilancio di piatti tipici, su prodotti locali, sul biologico e sono aumentati i discount.  Trend positivo anche per i centri estetici e le palestre, mentre registrano percentuali negative le attività legate ai viaggi e al turismo, penalizzate dal diffondersi dei servizi online, i parrucchieri, le attività legate all’abbigliamento.

I dati fotografano insomma un’Italia sempre più tecnologica in cui i servizi online hanno superato quelli tradizionali. La ricerca di franchising convenienti per nuove aperture deve quindi concentrarsi su settori in cui prodotti o servizi non possono essere acquistati online, ad esempio il food e il wellness. Gli italiani sono notoriamente dei buongustai e non rinunciano a prendersi cura di se stessi e del loro aspetto mangiando bene, curandosi e tenendosi in forma con un constante allenamento.

Ti potrebbero Interessare