Come investire in Italia e monetizzare un’idea di business

come investire in italia

Ecco come investire in Italia e su quale settore puntare

Come investire in Italia e in quale settore? Sono le domande che tutti gli aspiranti imprenditori si pongono prima di compiere il grande salto e mettersi in proprio. Forse sono i dubbi che ti stai ponendo anche tu. Si tratta di una decisione coraggiosa che, se ben ponderata, può permetterti di guadagnare bene, renderti economicamente indipendente e professionalmente realizzato. Diventare imprenditore puoi, infatti, dare una svolta alla tua vita e costruire il futuro che desideri soprattutto se sei una persona che non si accontenta.

La vita da dipendente è senza dubbio più comoda, ma anche meno gratificante perché superare un certo limite è difficile. C’è poi da dire che il famoso posto fisso è una realtà che esiste ancora per pochi e non garantisce più sicurezza.

Qualunque sia la tua situazione, se hai già un’esperienza lavorativa alle spalle oppure no, capendo come investire in Italia, puoi trasformare la tua idea di business in una fonte di guadagno . Che tipo di attività aprire? Guardati intorno e prova a cogliere i bisogni degli utenti, oppure cerca di capire se un servizio già esistente può essere migliorato.

L’analisi dei dati dietro la scelta di un giusto investimento

come investire in italia

Molti dicono che è inutile pensare a come investire in Italia, perché nel nostro Paese mettersi in proprio è troppo difficile. I dati, però, indicano ben altro, descrivendo un mercato imprenditoriale in crescita. Ad andare forte nel nostro Paese sono, soprattutto, le start-up innovative, quelle cioè che sanno coniugare servizi e tecnologia. A fine 2018 le start-up italiane hanno raggiunto quasi quota 10mila (9.758 per la precisione), dando lavoro a oltre 53mila persone. Negli ultimi 5 anni sono state costituite 354mila società. Di queste, il 27% è stata registrata come start-up innovativa. Secondo i dati del Ministero dello Sviluppo Economico, in un anno le start-up hanno fatto registrare una forte impennata passando da 7.866 a 9.647 unità (+22,6%).

Anche la forza lavoro è cresciuta in modo più che proporzionale rispetto all’aumento del numero delle imprese: attualmente le start-up impiegano 52.512 soci operativi e addetti, facendo registrare un +33,2% rispetto alla stessa data del 2017. Buone sono anche le previsioni per il 2019. Secondo un report del Politecnico di Milano, sono molte le start up pronte a sfondare nel corso di quest’anno aumentando il budget a disposizione per l’innovazione. In base allo studio, il budget in informatica e comunicazioni aumenterà del 39% determinando un tasso di crescita pari al 2,6%. I principali ambiti di investimento sono digitalizzazione e dematerializzazione, big data analytics e business intelligence (38%).

Punta il tuo investimento sul fitness

come investire in italia

Se vogliamo seguire i trend del momento per avviare un’impresa di successo si deve, quindi, puntare sulla tecnologia. Le ultime innovazioni permettono non solo di offrire nuove risposte ai bisogni degli utenti, ma anche di rilanciare settori tradizionali proponendoli in chiave moderna e funzionale. Il digitale, poi, avvantaggia anche gli imprenditori che possono contare su sistemi informatizzati per organizzare e gestire il lavoro.

Se sei alla ricerca di un’idea imprenditoriale innovativa e valida, devi sapere che uno dei settori che in Italia va per la maggiore è quello del fitness. Sono 2,5 milioni gli italiani che praticano attività sportiva nel tempo libero. Il 32% ha età compresa tra i 18 e i 25 anni, il 27% ha tra i 26 ed i 35 anni, il 21% tra 36 e 45 anni, gli over 45 sono il 15%. Tanti sono anche i bambini che fanno sport regolarmente: ben il 59,7% di età compresa tra i 6 e i 10 anni.

Ecco, quindi, come investire in Italia coniugando le maggiori tendenze: potresti aprire una palestra che punta su tecnologia e innovazione. Anche il mondo dello sport si sta evolvendo e le start-up sportive che puntano sull’innovazione sono sempre di più. La tecnologia, infatti, consente di offrire agli utenti servizi nuovi e migliorare quelli già esistenti. Ci sono soluzioni per monitorare le performance, prevenire gli infortuni e supportare un’eventuale riabilitazione. Molto utilizzati dalle start up sportive sono le piattaforme online (54%), le telecamere (16%) e la realtà virtuale (2%). In più, le soluzioni digital consentono di gestire al meglio gli impianti.

…e se parti da zero?

Se ti piace l’idea di avviare un tuo business nel settore sportivo e ti stai ancora domandando come investire in Italia, puoi realizzare il tuo sogno ricorrendo alla formula del franchising. Affiliandoti ad un marchio di successo puoi godere di una serie di vantaggi:

  • vieni assistito nel lancio e nella gestione della tua attività;
  • puoi sfruttare la notorietà dei un marchio noto per acquisire clienti;
  • puoi acquisire in breve tempo un konw-how imprenditoriale che da solo impiegheresti anni a maturare;
  • verrai assistito anche per il marketing e la promozione.

Il franchising ti consente, poi, di ridurre il rischio di impresa, aumentando quindi le possibilità di successo della tua attività; possono essere studiati per te dei piani di investimento personalizzati per consentirti di realizzare il sogno imprenditoriale tenendo conto delle tue esigenze. Altra ottima ragione per aprire una palestra in franchising è il fatto che gli italiani premiano questa formula, preferendo per i loro acquisti proprio le catene in franchising perché ritengono i marchi noti più seri e affidabili.

Ti potrebbero Interessare