Come dormire meglio e rinforzare il sistema immunitario

Notti insonni? Ecco come dormire meglio allontanando stress e cattive abitudini

La permanenza forzata tra le mura domestiche, come misura di contrasto del Covid-19, ha fatto registrare un boom di disturbi del sonno. Alla loro riapertura i centri specializzati in Medicina del sonno hanno infatti ricevuto in media il 20% in più di richieste di appuntamento.
Il lungo lockdown ha, insomma, pesato molto sugli italiani, anche a livello psicologico e gli effetti negativi si fanno sentire ancora adesso, visto che in molti si domandano come dormire meglio e tornare a essere quelli di prima.

Cosa sono i disturbi del sonno?

Per capire come dormire meglio bisogna individuare la causa del problema. Rientra nella categoria “disturbi del sonno” tutto ciò che altera la stabilità o la qualità del riposo notturno. Ne fanno parte anche alcune malattie, come l’insonnia, che colpisce in media tra il 10-15% della popolazione e che viene considerata una patologia se impedisce di dormire almeno 3 notti a settimana per oltre 30 giorni.
I disturbi del sonno possono essere determinati anche da fattori temporanei e facilmente risolvibili. Ognuno di noi dovrebbe poter contare su un sonno adeguato in termini di qualità e di quantità e quando i nostri parametri si alterano, anche a causa di eventi esterni, insorge la difficoltà ad addormentarsi o si presentano frequenti risvegli notturni. È proprio quanto sta accadendo in questo periodo di post-lockdown: l’isolamento ha cambiato le nostre abitudini comportamentali, i nostri orari, molti di noi hanno subito un trauma psico-affettivo, sono preoccupati dal futuro e spaventati dall’idea di poter contrarre il virus.

Lo stretto legame tra sonno e difese immunitarie

Una privazione del sonno non va sottovalutata perché può causare anche l’indebolimento del sistema immunitario, il nostro principale alleato nella difesa da virus e batteri. Diversi studi sostengono che, per rendere il sistema immunitario efficiente al 100%, è necessario dormire circa 8 ore ogni notte. Riposare meno, secondo un’indagine resa nota dal National Health Service (NHS) aumenta di 4-5 volte la possibilità di ammalarsi rispetto a chi dorme a sufficienza. Si assisterebbe, infatti, a una riduzione di circa il 70% delle cellule immunitarie.

Come dormire meglio? Ecco 4 consigli utili!

Se anche tu riposi con difficoltà e ti stai domandando come dormire meglio, puoi iniziare seguendo i consigli degli esperti e mettendo in atto delle semplici regole per seguire l’igiene del sonno.

  1. Regolarizza i tuoi orari, imposta la sveglia tutte le mattine e coricati la sera alla stessa ora.
  2. Usa la stanza da letto solo per dormire per associarla al sonno, guarda la tv o lavora in salotto.
  3. Fai in modo che la camera da letto sia buia, fresca e silenziosa.
  4. Non consultare tablet o smartphone quando sei a letto perché la luminescenza degli schermi riduce la produzione di melatonina. Molto meglio invece leggere un libro.

Qual è l’alimentazione salva-sonno?

Gli eccessi a tavola non aiutano il riposo notturno. Infatti mangiare troppo a cena e coricarsi quando la digestione è ancora in corso è quanto di più sbagliato si può fare.

Attenzione anche alla scelta degli alimenti: no a cibi piccanti, pietanze troppo elaborate, sostanze con glutammato, frutti e cibi che fanno venire sete. Nel corso della giornata vanno poi evitati i caffè, le bevande con caffeina e gli energy drink.

Come dormire meglio grazie all’attività fisica

Fare attività fisica aiuta a sentirsi meglio non solo fisicamente, ma anche psicologicamente. Facendo sport il nostro organismo libera le endorfine, sostanze naturali che hanno un effetto euforizzante.

Inoltre, allenarsi regolarmente aiuta l’ossigenazione dei tessuti, migliorando notevolmente la qualità del sonno. Alcune discipline come lo yoga possono aiutarti a raggiungere uno stato di benessere generale e possono anche farti capire come effettuare una respirazione corretta per ossigenare al meglio i tessuti.

Ti potrebbero Interessare